fbpx

Better Call Boris episodio 63 – Il taccuino

Da sempre sono un sostenitore dell’innovazione, mi cimento nello studiare software per migliorare nel mio lavoro, nella produttività ed anche nel tempo libero, posso tranquillamente definirmi un ambasciatore della tecnologia.

In aggiunta a questo aspetto sono anche un maniaco dell’organizzazione, non c’è cosa che devo fare che non sia scritta nella mia agenda, e grazie al calendar di google ho migliorato tantissimo il mio livello di organizzazione; posso dividere per colori le cose da fare in base a delle categorie (ad esempio se sono appuntamenti o commissioni, promemoria o lavori da svolgere), posso spostarmi le varie attività in base alle esigenze e posso consultare e condividere l’agenda come voglio.

Purtroppo però ancora non riesco a staccarmi dal mio taccuino, ed ora ti spiego quali sono i vantaggi di portarselo sempre dietro.

Il taccuino è il simbolo dell’artista, fedele amico di uno scrittore, compagno per il disegnatore, non a caso ha sempre accompagnato queste figure, infatti come si presta agli schizzi il taccuino nessun pc è in grado di fare; il punto è che il PC elabora in modo troppo preciso, ogni volta che devo appuntarmi qualcosa devo fare troppe operazioni per registrarle, il che è buono per carità, ma non va bene per lo schizzo.

Infatti nel processo digitale che mi aiuta nella quotidianità spesso ce n’è uno analogico di partenza. Se mi viene in mente un idea per esempio, quella resta in testa ben disegnata, anche se complessa, il punto è che non so mai dove va a finire, con il taccuino mi bastano poche parole per poter richiamare quel pensiero o idea che ho avuto, questo mi capita spesso, e sempre più spesso mentre vado di fretta o devo fare altro, ecco quindi che, senza aprire software, sbloccare telefono o fare altre operazioni, prendo carta e penna e scrivo…boom pensiero salvato.

Con questo voglio spezzare una piccolissima lancia a favore dal mondo analogico, resto comunque un forte sostenitore del digitale, infatti periodicamente prendo il taccuino ed amplio quei pensieri in concetti più complessi ed organizzati.

Leave a Comment

L’errore più grande che facciamo nel mondo del business è quello di comunicare con un linguaggio troppo tecnico, un punto di vista distaccato che conosce bene le dinamiche del mercato può aiutarti a capire come sei visto al di fuori, lasciaci i tuoi recapiti e verrai ricontattato per una prima consulenza gratuita e senza impegno. Contact Icon